Recensione Audio Physic Avanti (Suono, Maggio 2016)


La redazione di Suono recensisce il diffusore da pavimento Avanti del costruttore tedesco Audio Physic.

"In termini di utilizzo il peso, la corposità e la pulizia della gamma bassa risultano piacevoli e convincenti; forse per dimensioni del diffusore e/o del subwoofer tale gamma si adatta molto bene in ambienti non enormi, più assimilabili a quelli domestici tipo. Un posizionamento a una discreta distanza dalla parete di fondo (80 - 100 cm) rende la ricostruzione scenica davvero tridimensionale e ampia. Tuttavia un posizionamento a distanze più ridotte non pregiudicherà la resa sonora se non per una scena appena più compressa in profondità. Non varia invece l'equilibrio timbrico, centrato su tonalità appena ambrate: non c'è un'eccessiva brillantezza ma neppure una tendenza al troppo scuro. Il basso, come si diceva, è molto bello, scontornato, si seguono facilmente tutte le evoluzioni di un basso elettrico o di un contrabbasso.

Il resto della gamma di frequenze ha una notevole estensione, una buona costanza di livello e di caratteristiche timbriche. Il diffusore risulta molto coerente sulle voci, su strumenti del medesimo registro, ma garantisce buone performance anche con quelli più acuti. Il tutto risulta composto, pulito, corretto e naturale. Meno appariscente forse di altri ma in grado di farsi preferire alla lunga rispetto a sistemi più espliciti nell'illuminare e mostrare tutto il contenuto della musica. Qui l'interpretazione è un po' più caratterizzata da tinte chiaro scure e da una sensazione di tranquillità.

È l'insieme a farsi notare, rendendo l'ascolto rilassato e naturale, per nulla fiacco o privo di vivacità quando serve. La duttilità del diffusore si conferma anche nella possibilità di ascoltarlo ad alti come a bassi volumi, mantenendo sostanzialmente costanti le sue caratteristiche sonore e le informazioni di cui è capace."